Contattaci subito: 055 5387207
la chirurgia plastica estetica

Chirurgia del seno Firenze | Mastoplastica, Mastopessi e Ginecomastia

Dopo l’intervento

Richiedi informazioni

Il giorno dell’intervento, per fare ritorno a casa, non potrete assolutamente guidare alcun mezzo, dovrete farvi accompagnare ed assistere nelle prime 48 ore da una persona di fiducia.

Nelle prime 24/48 ore potranno verificarsi episodi di nausea e giramenti di testa, da ritenere normali; è opportuno farsi accompagnare le prime volte che ci si alza dal letto. In caso di fastidio o dolore, potrete ricorrere alla terapia antalgica appositamente prescritta, da abbinare agli altri farmaci previsti, ricordandovi di assumerli con scrupolosa attenzione.

La Mastoplastica Additiva dopo Intervento è particolarmente delicata, anche se con le dovute attenzioni si può tornare molto presto a svolgere una vita regolare.

Nei primi quindici giorni è consigliabile riprendere con molta progressività le attività quotidiane, evitare sforzi, prestare attenzione ai movimenti delle braccia, non sollevare pesi (chi ha figli piccoli dovrebbe organizzasi per avere un aiuto costante), indossate indumenti pratici, non rimuovete né toccate eventuali medicazioni o drenaggi applicati dal medico, evitate docce e bagni, almeno fino al momento della rimozione delle medicazioni, chiedendo, comunque, consiglio preventivo al medico.

Una sensazione di intorpidimento e gonfiore nella zona mammaria è da ritenersi normale nei primi giorni, così come una certa debolezza e stanchezza. Come in ogni fase, anche nel periodo post operatorio dovrete rivolgervi al vostro chirurgo plastico per qualsiasi dubbio e osservare scrupolosamente le sue indicazioni.

Il vostro seno non raggiungerà la sua forma definitiva per diverse settimane, è normale il persistere di edema e indurimento nella zona mammaria, che si risolveranno gradualmente e in modo fisiologico. Potrete comunque avere da subito un’idea del vostro nuovo profilo corporeo.

92

Si può ripetere un intervento di mastoplastica additiva?

L’intervento di reimpianto delle protesi, o mastoplastica additiva secondaria, è piuttosto frequente, e non presenta alcun rischio particolare. E’ richiesto dalle pazienti che desiderano correggere eventuali imperfezioni del primo intervento, che desiderano migliorare la posizione, le dimensioni e/o la forma del seno tramite la sostituzione delle protesi inizialmente inserite, o che necessitano la rimozione delle protesi in seguito a  rottura spontanea, contrattura capsulare o deterioramento.